PDFStampaE-mail

Nota 44

22 agosto 2011

Questa è Napoli! Il mio punto ora è qua. Osservando la città dentro la città m'accorgo che se pensavo, in questo viaggio, di capire qualcosa del mondo e della vita, non è proprio andata così. È successo che mi sono innamorato del mondo e della vita.

Antonia, che stendeva i panni, ha detto che Napoli è Croce e delizia, croce e delizia! Come vorrei impratichirmi per mesi di queste geografie, individuare i sogni della città e raccontarli. Eccessi, tristezze, malinconie, pericoli, gioie, dignità e valori. Tutto mescolato in qualcosa irriproducibile altrove. Mi rendo conto che a Napoli non si può essere stranieri o ospiti, bisogna abitarla, renderla quotidiana. Solo così, può diventare tua.